Benvenuti sul sito dell'avis comunale di Potenza

Benvenuti

Si comunica che oggi, 20 Novembre, e domani, 21 Novembre, il Centro di Raccolta in Via Ciccotti (ex Don Uva) rimarrà chiuso. È comunque possibile donare al Centro Trasfusionale dell'Ospedale San Carlo dalle 08:00 alle 11:00.

Negli ultimi anni, a livello nazionale, il sistema “donazionale” è riuscito a soddisfare le esigenze del sistema sanitario, pur se con qualche fisiologico momento di affanno: è da notare, in particolare, come il lieve calo di donazioni, registrato in particolare negli ultimi 4 anni, sia stato controbilanciato da una minore richiesta, tendenza che ha permesso di gestire quasi sempre opportunamente le varie circostanze.

Cosa succede, invece, a livello regionale?

Anche in Basilicata, oggi, il sistema sembra reggere: il numero di donazioni effettuate in regione ha quasi sempre soddisfatto le esigenze del sistema sanitario, seppur con qualche appello per emergenza sangue ed alcuni casi di approvvigionamento da fuori regione. La Basilicata si connota in questo modo prima fra gli ultimi, risultando la regione più virtuosa del Sud Italia in termini donazioni/popolazione.

Questo dato, tuttavia, va contestualizzato in un panorama temporale più ampio, che mette in evidenza come, soprattutto negli ultimi 4 anni, a parità di domanda (oscillante tra le 23 mila e le 25 mila unità ematiche l’anno), ci sia stato un calo delle donazioni del 30% circa, passando dalle oltre 30 mila nel 2012 a poco più di 20 mila nel 2016.

Il dato donazionale del 2012 implicava sicuramente un surplus rispetto alle effettive necessità regionali, ma è necessario porsi una domanda: è opportuno che la Regione Basilicata punti di nuovo ad avere un target di donazioni più alto di quello attuale, visto anche che in passato ha dimostrato di poterlo realizzare?

La risposta a questa domanda per noi è sì, per due motivi: il primo perché sarebbe possibile soddisfare la domanda regionale senza alcun affanno e cautelerebbe da eventuali oscillazioni a rialzo della domanda di unità ematiche, per cui si eviterebbe di parlare, anche se in casi sporadici, di “emergenza sangue”; il secondo perché la Regione Basilicata, come tutte le altre Regioni, deve concorrere anche al raggiungimento dell’autosufficienza a livello nazionale, come storicamente ha sempre fatto e come, negli ultimi 4 anni, non è stata in grado di fare proprio perché sprovvista di unità ematiche in eccedenza.

Insomma, abbiamo le potenzialità per fare di più, lo abbiamo già fatto in passato, risultando tra i primi non nel Sud, ma nell’Italia intera, quindi dobbiamo farcene un dovere.

Quali sono le azioni da intraprendere? Ne parleremo sabato 18 novembre, alle ore 16.30, presso la sala Inguscio della Regione Basilicata sita in via Verrastro, a Potenza, insieme ad esponenti delle Istituzioni, del mondo sanitario e del mondo associativo.

Insieme, faremo una fotografia dell’attuale situazione ed individueremo gli strumenti correttivi e migliorativi per far sì che la Basilicata torni ad essere punto di eccellenza in materia donazionale.

Per i soci dell'AVIS Comunale di Potenza sono previsti una serie di incontri con alcuni nutrizionisti a cura dell'Associazione "Cibus Cibas",
che offriranno la preziosa occasione per conoscere nozioni riguardanti l'adozione di sani e corretti stili di vita alimentari ed argomenti annessi.
Il primo appuntamento è previsto per il giorno 28 novembre, dalle ore 17.30 alle 19.00, presso la sede AVIS in Via Volontari del Sangue, 1. I successivi appuntamenti possono essere visionati sul calendario in allegato. Non è necessaria la prenotazione, gli incontri sono aperti a tutti. Vi invitiamo a partecipare.
 

A favore dei soci di Avis Potenza sono previste delle lezioni gratuite di scacchi, tenute dai docenti dell'Accademia Scacchi.

 Le lezioni si articoleranno in questo modo: 2 gruppi da 15 persone; si giocherà il lunedì (a partire dal 20 novembre);

i 2 gruppi si alterneranno (un lunedì uno, un lunedì l'altro, escluso festivi), dalle ore 19:00 alle ore 21:00, presso la sede in Via Volontari del Sangue; il corso durerà circa un anno. 

Per esigenze organizzative, non è possibile formare gruppi più numerosi e neanche individuare altri giorni. Chiunque voglia iscriversi al corso deve impegnarsi a seguirlo (salvo, ovviamente, cause di forza maggiore).

 In caso di più adesioni, si rispetterà l'ordine cronologico di richiesta.

La richiesta di iscrizione al corso dovrà avvenire esclusivamente via mail (non per telefono), all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , specificando nell'oggetto "iscrizione corso di scacchi" e nel corpo della mail il proprio nome, cognome e numero di telefono, entro il 15 novembre.

Il corso è riservato ai Soci donatori attivi (almeno 2 donazioni nell'anno precedente), Ex Soci, Soci Collaboratori o, in sostituzione, ai loro figli.

Giovedì 16 Novembre 2017 dalle ore 15:00 alle ore 18:00,

presso la sede AVIS in via Volontari del sangue 1,

è prevista la capagna di controllo della capacità uditiva, rivolta a tutti i soci e i loro familiari.

Al fine di fissare un appuntamento, si ricorda di contattare al più presto la segreteria Avis allo

0971 441063  dalle ore 9:00 alle ore 13:00.

Per garantire il buon svolgimento dei controlli si invitano tutti i soci a rispettare l'appuntamento fissato e ad annullare tempestivamente lo stesso in caso di impedimento.

Pagina 1 di 2

Go to top